Il Mercato Elettronico: domande frequenti

Cos’è il gestionale Mercato Elettronico?

È una piattaforma tecnologica che consente di istituire un vero e proprio Mercato elettronico, con tutte le caratteristiche di acquistinretepa ma molto di più, in termini sia di funzionalità che di prestazioni.

Come funziona?

All'interno del Mercato Elettronico agiscono due entità: i fornitori che, tramite apposito bando abilitante, possono pubblicare il proprio catalogo di prodotti e servizi, e il punto ordinante o buyer, che può effettuare acquisti diretti (OdA), aggiungendo "al carrello" i prodotti pubblicati dai fornitori, oppure istituire Richieste di Offerta (RdO), per prodotti o servizi non individuati all'interno del catalogo. Nel contempo, la piattaforma Mercato elettronico consente di istituire gli Albi informatizzati di aziende esecutrici di lavori pubblici e di professionisti o altri albi personalizzati, nonché di effettuare gare e aste telematiche, sotto o soprasoglia, aperte, negoziate e ristrette. La piattaforma Acquisti Telematici copre quindi a 360° tutte le esigenze di approvvigionamento.

La soluzione si adatta soltanto al mercato pubblico?

Assolutamente no: la piattaforma è ampiamente personalizzabile e configurabile sia per l'utilizzo da parte di Enti Pubblici, che per le Aziende. Le diverse funzionalità sono state studiate proprio per venire incontro alle diverse necessità di gestione delle due realtà.

Che differenza c'è con il Mercato elettronico CONSIP?

Il Mercato elettronico CONSIP è una piattaforma per sua natura generalista, poiché deve poter essere utilizzata da tantissime tipologie di Enti Pubblici. I bandi e i metaprodotti riscontrabili sul mercato CONSIP sono molto generici, cosa che rende le ricerche più difficoltose, poco precise e dispendiose in termini di tempo. Il Mercato elettronico Acquisti Telematici è invece estremamente configurabile in base alle esigenze dell'Ente, che può gestire autonomamente le categorie merceologiche e il processo di qualifica dei fornitori. Acquisti Telematici è inoltre completo, poiché integra la gestione degli albi informatizzati e delle gare per l'acquisizione di lavori, beni e servizi, sotto e sopra soglia, al di fuori del catalogo elettronico, e la gestione di tutte le categorie di professionisti.
In conclusione, consente all'Ente di recuperare la propria autonomia gestionale rispetto alla "imposizione" di utilizzo dell'unico (finora) Mercato elettronico della PA a disposizione nel panorama software italiano.

Come si installa?

Nessun onere di installazione: la piattaforma tecnologica risiede in server certificati altamente prestazionali, quindi non solo non necessita di installazione su computer client, ma è sempre disponibile ed accessibile 24h/24 e da qualsiasi postazione, sia per i buyer che per i fornitori.

La piattaforma è condivisa?

No, ogni piattaforma attivata, viene dedicata in via esclusiva all'Amministrazione o all'Azienda, che può quindi personalizzarla e configurarla. Tutti i dati in transito sono di proprietà dell'Ente pubblico o privato che la utilizza. La piattaforma viene condivisa per le Unioni di Comuni o Centrali di Committenza, o Consorzi, o piattaforme di livello Regionale. In questo caso ogni punto ordinante potrà operare in autonomia nelle procedure di acquisizione di beni e servizi.

La nostra società ha diverse sedi con diversi uffici acquisti, come posso gestire l'eprocurement con il software?

La piattaforma gestionale nasce in multilingua e per aziende di medie e grandi dimensioni con differenti sedi nazionali ed estere: Ogni ufficio acquisti potrà gestire il software nella sua lingua nativa. Ogni sede o più sedi italiane o estere potranno gestire differenti albi o condividerli e potranno bandire gare o aste ed effettuare acquisti in autonomia o sotto controllo centralizzato.